Lun05012017

Last updateMer, 12 Apr 2017 5pm

Back Sei qui: Home Notizie Notizie dal sociale Servizio civile, "per gli enti nessuna compartecipazione economica"

Notizie dal sociale

Servizio civile, "per gli enti nessuna compartecipazione economica"

serviziocivile

Il ministro Boschi rassicura le organizzazioni che temono di essere chiamate a partecipare al costo dei volontari ...

 

LIVORNO - "Credo che la delega, di cui discuteremo nelle prossime settimane, intendesse fare agli enti accreditati per il servizio civile una proposta di compartecipazione ai progetti più che economica: vedremo nella discussione quali strade intraprendere per una condivisione dei progetti anche con gli enti locali". Così Maria Elena Boschi, ministro per le riforme costituzionali e i rapporti con il parlamento, risponde nel corso della festa del Partito democratico a Livorno, a chi le chiede conto delle perplessità suscitate fra le organizzazioni del terzo settore l'ipotesi di una "compartecipazione" avanzata nel testo della legge delega all'esame del Parlamento. Un riferimento che ha fatto e fa temere alcuni che gli enti che accolgono i volontari del servizio civile possano essere chiamati a farsi carico almeno di una parte del loro costo. "E' evidente e vorrei che fosse chiaro - aveva appena detto il portavoce del Forum del terzo settore, Pietro Barbieri - che le organizzazioni non sono in grado di pagare il servizio civile: la contribuzione che già oggi le organizzazioni fanno è quella di non prendere un euro per la gestione dei progetti, che ricadono appunto su di esse. Oggi le risorse stanziate per il servizio civile vanno interamente ai giovani, non c'è un solo centesimo che passa per le organizzazioni". "Il servizio civile - aveva continuato - è un'esperienza straordinaria di vita, di educazione, di cittadinanza attiva, una palestra di vita che il terzo settore si impegna a vivere e a gestire gratuitamente, ma certo se lo deve pure pagare diventa parecchio complicato".
Per saperne di più leggi l'articolo su Redattore Sociale